next up previous contents
Next: La vostra directory di Up: Anche il file discende Previous: Le directory (il comando   Contents

Creare un elenco/directory (mkdir)

Si può cominciare a mettere ordine creando la directory per le foto degli amici.




width


$ mkdir foto 
$ ls 
budget_agosto foto/ lettera_sergio rapporto_ottob 
budget_aprile iano.jpg lettera_sindac rapporto_sette 
budget_dicembr lettera_alfred mara.jpg relazione 
budget_febbrai lettera_banca pippo.jpg riepilogo_gene 
budget_gennaio lettera_carla prova.tar.gz siti_belli 
budget_giugno lettera_cetty rapporto_agost siti_computer 
budget_luglio lettera_direzi rapporto_april siti_intranet 
budget_maggio lettera_giovan rapporto_dicem siti_lavoro 
budget_marzo lettera_inail rapporto_febbr siti_trash 
budget_novembr lettera_inps rapporto_genna spese 
budget_ottobre lettera_lele rapporto_giugn torta_mele 
budget_settemb lettera_luigi rapporto_lugli torta_ricotta 
budino_cioccol lettera_patriz rapporto_maggi turi.jpg 
budino_vanigli lettera_rita rapporto_marzo carmelo.jpg 
lettera_robert rapporto_novem 



width

Per creare la nuova directory che ospiterà le immagini è stato usato il comando mkdir seguito dal nome del nuovo elenco. Dopo un nuovo ls, tra i file di luther sarà apparso anche foto/. Molti computer hanno la buona abitudine di far capire subito di cosa si tratta facendo apparire uno slash alla fine del nome di una directory. A questo punto si può provare a spostare uno dei file all'interno della nuova directory.




width


$ mv turi.jpg foto/turi.jpg


width

Il comando mv non serve solo a cambiare il nome di un file, ma viene impiegato anche per spostarlo da una directory a un'altra. Di fatto funziona allo stesso modo. Per spostare un file dovete però indicare il percorso (in inglese path) della directory di destinazione, poi porre uno slash e infine mettere il nome (il tutto senza spazi e rispettando sempre MAIUSCOLE e minuscole).




width


$ mv carmelo.jpg foto/melo.jpg


width

Con questo comando l'immagine carmelo.jpg è stata spostata nella directory foto cambiandone contemporaneamente il nome in melo.jpg.

Se invece non viene specificato il nome per la destinazione del file, il computer assume che intendete chiamarlo allo stesso modo.




width


$ mv iano.jpg foto


width

Dopo questo comando iano.jpg sarà stato spostato nella directory foto mantenendo lo stesso nome. Con questa tecnica si può anche specificare più di un file per volta, scrivendo la destinazione sempre per ultima.




width


$ mv mara.jpg pippo.jpg foto


width

Andate a vedere cosa sia successo dopo questi spostamenti. Per prima cosa bisogna che vi spostiate nella directory che vi interessa digitando il comando cd (abbreviazione di change directory) seguito dal nome della directory. Poi chiedete la lista completa dei file con ls:




width


$ cd foto 
$ ls -a 
 . .. iano.jpg mara.jpg melo.jpg pippo.jpg turi.jpg 
$


width

I file ci sono tutti, ma ci sono anche dei puntini che non sapete proprio chi li abbia lasciati lì. In effetti non sono proprio dei file, ma la rappresentazione della directory corrente (.), cioè la foto, e di quella superiore (..).

Notate l'opzione -a. Essa consente dice al comando ls di visualizzare anche quella categoria di files nascosti e cioè tutti i file precedenti da un punto (.) .


next up previous contents
Next: La vostra directory di Up: Anche il file discende Previous: Le directory (il comando   Contents
angelo 2003-02-09