next up previous contents
Next: I muri bianchi non Up: Cose per le quali Previous: Facciamo l'appello (who)   Contents

I bigliettini sotto il banco (write)

Potreste avere riconosciuto qualcuno e essere presi dall'irresistibile voglia di dirgli qualcosa al volo. Esiste un programma che si chiama write utile a questi scopi:




width


$ whoami 
shining 
$ write luther ttyp0 
ciao! 

EOT 



width

Il comando whoami è stato usato solo per far vedere che questo frammento di schermata appartiene a shining (whoami può sempre farvi uscire da una crisi di identità). Per scrivere a luther è bastato digitare il comando write seguito dal nome dell'utente a cui mandare il messaggio. Poiché luther era presente ben due volte, è stato necessario anche specificare su quale console (userete questo termine come sinonimo di tty) farglielo arrivare.

Dopo aver digitato il comando e premuto il solito invio, shining ha cominciato a scrivere il testo. Per fermarsi ha premuto D (si vede bene sullo schermo) e il programma gli ha risposto con un EOT (End of Text) prima di restituirgli il prompt della shell. Quello che segue è ciò che è apparso sulla console di luther:




width


$ Message from shining (tty2) Tue Nov 30 15:38:02 1999... 
Ciao! 
 
EOT 


width

Anche luther è stato avvisato che shining ha smesso di scrivere.

A sua volta luther potrà rifare le stesse operazioni.


next up previous contents
Next: I muri bianchi non Up: Cose per le quali Previous: Facciamo l'appello (who)   Contents
angelo 2003-02-09